I frutti di bosco, tipici della stagione autunnale, sono un vero concentrato di gusto e benessere. Coloratissimi, sono una gioia per i nostri occhi, ma anche il palato ha la sua parte! Ricchi di vitamine (soprattutto vitamina C) e Sali minerali (soprattutto potassio) i frutti di bosco sono molto delicati e facilmente deperibili. In genere, infatti, è preferibile consumarli subito o conservarli in frigo non oltre un paio di giorni. Vediamo insieme quali sono i frutti di bosco e tutte le loro virtù, calorie comprese.

Frutti di bosco: calorie e Valori nutrizionali

(ogni 100 g di prodotto)

Fragole

  • Calorie: 30 kcal
  • Grassi: 0.3 g
  • Carboidrati: 7.68 g
  • Proteine: 0.67 g
  • Fibre: 2 g
  • Zuccheri: 4.89 g
  • Acqua: 90.95 g
  • Amido: 0.04 g
  • Ceneri: 0.4 g

More

  • Calorie: 35 kcal
  • Grassi: 0.49 g
  • Carboidrati: 9.61 g
  • Proteine: 1.39 g
  • Fibre: 5.3 g
  • Zuccheri: 4.88 g
  • Acqua: 88.15 g
  • Amido: 0 g
  • Ceneri: 0.37 g

Mirtilli neri e Mirtilli rossi

  • Calorie: 45 kcal
  • Grassi: 0.33 g
  • Carboidrati: 14.49 g
  • Proteine: 0.74 g
  • Fibre: 2.4 g
  • Zuccheri: 9.96 g
  • Acqua: 84.21 g
  • Amido: 0.03 g
  • Ceneri: 0.24 g

Lamponi

  • Calorie: 30 kcal
  • Grassi: 0.65 g
  • Carboidrati: 11.94 g
  • Proteine: 1.2 g
  • Fibre: 6.5 g
  • Zuccheri: 4.42 g
  • Acqua: 85.75 g
  • Amido: 0 g
  • Ceneri: 0.46 g

Ribes neri e Ribes rossi

  • Calorie: 28 kcal
  • Carboidrati: 6,6 g
  • Grassi: 0 g
  • Proteine: 0,9 g
  • Fibre: 3,6 g
  • Acqua: 77,4 g
  • Amido: 0 g
  • Ceneri: 0.26 g

Frutti di bosco: proprietà

Fragole: appartengono alla famiglia delle rosacee e sono ricche di vitamina C[1] e di potassio. Grazie alla presenza di sostanze antiossidanti aiutano a combattere i radicali liberi, acerrimi nemici della nostra salute, poiché favoriscono l’invecchiamento precoce dei tessuti. Inoltre, le fragole sono utili per combattere le infiammazioni del cavo orale.

Mirtilli: appartengono alla famiglia delle Ericacee e sono bacche dal sapore acidulo, sono ricche, infatti, di acido ascorbico (vitamina C) e acido ossalico. Il mirtillo nero è quello a cui vengono riconosciute il maggior numero di proprietà benefiche. La ragione è legata alla presenza degli antociani, i pigmenti blu che danno ai frutti il loro caratteristico colore in grado di rendere i capillari più forti ed elastici. I mirtilli sono consigliati per tutte le forme di disturbi intestinali, in caso di diarrea e flatulenza, di fragilità dei vasi capillari e di affaticamento della vista. Questi frutti, infatti, favoriscono la produzione della rodopsina, una proteina in grado di migliorare la visione notturna. Il succo, inoltre, favorisce la diuresi[2].

More: le more di rovo crescono spontaneamente nei boschi e nelle campagne, mentre quelle di gelso vengono coltivate. Come tutti gli altri frutti di bosco sono ricche di vitamina C e potassio, ma anche di antocianine (i pigmenti che danno ai frutti il tipico colore blu-violaceo) e di flavonoidi, che svolgono un ruolo antitumorale. Le more sono altresì diuretiche, depurative, antireumatiche e aiutano a combattere le malattie cardiovascolari e il colesterolo cattivo.

Lamponi: come le fragole appartengono alla famiglia delle rosacee, hanno un buon contenuto di fibre, magnesio[3], potassio e vitamina C. Sono noti sin dall’antichità per le loro proprietà antinfiammatorie delle vie respiratorie. Grazie alla ricchezza di sostanze antiossidanti (soprattutto l’acido allagico) sono in grado di l’alimentazione delle cellule tumorali, in particolare a livello intestinale. I lamponi sono diuretici, immunostimolanti e possono essere consumati senza timore anche dai diabetici.

Ribes: appartengono alla famiglia delle Sassifragaceae, che comprende numerose specie. In Italia la varietà più diffusa è il ribes rosso[4]. Sono frutti ricchissimi di potassio, calcio e fosforo, ma anche di vitamina A e C. vanta ottime proprietà antinfiammatorie, soprattutto dell’apparato urinario, diuretiche e depurative. Il succo, inoltre, svolge un’azione astringente ed è molto utile in caso di diarrea. Grazie alla presenza delle vitamine A e C proteggono dalle malattie da raffreddamento e combattono i radicali liberi. Sono indicati anche in caso di inappetenza poiché stimolano le secrezioni gastriche dell’apparato digerente.

Photo Credits| brx0[5] su Flickr

 

References

  1. ^ vitamina C (www.dietaperdimagrire.mobi)
  2. ^ diuresi (www.dietaperdimagrire.mobi)
  3. ^ magnesio (www.dietaperdimagrire.mobi)
  4. ^ ribes rosso (www.gingerandtomato.com)
  5. ^ brx0 (www.flickr.com)

Ricerche frequenti: